Venicexplorer
Venice weather Tuesday 08:28 AM
Temperature: °c
Humidity: %
Cloud Cover: %

Albanesi (Calle degli)

a SS. Filippo e Giacomo. Vi sono varie strade di Venezia le quali, secondo il Dezan, ed altri, hanno preso il nome dagli individui della nazione albanese che vi fecero soggiorno.
La «Calle degli Albanesi» ai SS. Filippo e Giacomo fu chiusa nel 1851 a mezzo di muraglia dalla parte della «Riva dei Schiavoni», ed a mezzo di cancello dall'altra parte pel tratto delle prigioni. In seguito la muraglia venne sostituita da cancello anche dalla parte della «Riva dei Schiavoni».

Gli Albanesi avevano scuola di devozione in chiesa di S. Severo, eretta nel 1443, ma quattro anni dopo, ottenuta l'approvazione del Consiglio dei X, trasportaronsi nella contrada di S. Maurizio, ove presso la chiesa scorgesi tuttora il locale in cui radunavansi. Esso, come insegna la loro «Mariegola», che si conserva ms. nella Marciana, venne incominciato nel 1497; nel 1500 si lavorò il soffitto, e si fecero i rosoni ai quadri; nel 1501 furono terrazzati i locali, e nel 1502 soffittato il pian terreno. Finalmente nel 1532 si eseguì la facciata di marmo, sulla quale, oltre l'immagine dei Santi titolari, cioè della B. V., di S. Gallo, e di S. Maurizio, scorgesi scolpita la città di Scutari capitale dell'Albania, con la memoria dell'assedio che patì dai Turchi nel 1474. Fu in questa occasione che il comandante Antonio Loredan offrì le proprie carni ai difensori travagliati dalla fame purché tenessero fermo, e gli infedeli dovettero, per istracchi, levare l'assedio. Solo più tardi, cioè nel 1479, essi ebbero Scutari a patti, e vi piantarono la mezza luna ottomana.

La Scuola degli Albanesi a S. Maurizio si convertì negli ultimi tempi della Repubblica ad uso delle riduzioni dei «Pistori». Perciò in «Campo S. Maurizio» scorgevasi una lapide innestata al selciato coll'iscrizione: Loco Dello Stendardo della B. V. Dei Albanesi Ora Dei Pistori. Vedi anche Pistor (Calle del).
]