Venicexplorer
Venice weather Friday 06:17 PM
Temperature: °c
Humidity: %
Cloud Cover: %

Tutti in vacanza sul Mar Nero?

16 May 2010 1 Comments Umberto
Tutti in vacanza sul Mar Nero?
Nella foto, una proposta degli stilisti per la nouvelle vague del costume da bagno. Possibile che davvero degli ingegneri di altissimo livello, come quelli che lavorano ai vertici di una grande Compagnia, siano stati tanto improvvidamente idioti da non prevedere almeno un drastico sistema d'interruzione in extremis del loro pozzo? In questi tempi di oclocrazia non è impossibile, ma se ci pensate bene non è nemmeno molto probabile. Ci sono invece probabilità assai più alte se guardiamo l'evento da un diverso punto di vista, quello della demagogia degli oclocrati. Sarà davvero un caso, che questa immensa tragedia legata al petrolio ci colga proprio nel pieno di una ripresa della campagna a favore del nucleare, messa in atto dal cretinismo criminale internazionale d'alto livello? Non è un mistero per nessuno che l'opinione pubblica mondiale, quando consultata, si è rivelata negli ultimi decenni sempre meno incline ad approvare le demenze nucleari quali fonte di energia. La paura, lo smaltimento impossibile delle scorie, ma soprattutto l'eco emotiva dei nuclei di Three Miles Island e Chernobyl, che ancora affondano il loro cuore infuocato nel ventre di Madre Terra, hanno senza dubbio un forte peso in questo orientamento della popolazione civile mondiale. Forse non è così vero che non si sa come fermare la fuoriuscita. Forse invece si vuole indurre un contro-shock nella gente che bilanci lo svantaggio per il nucleare. Non posso non rilevare che solo alcuni giorni prima del disastro il nostro oclocrate in capo, e con lui una ridda di loschi personaggi tuonavano dagli scranni dello pseudo-governo e della pseudo-scienza che i "popoli devono trasformare in favorevole la loro posizione sul nucleare" e che "apposite campagne di informazione e convincimento sarebbero state attuate per consentire la ripresa degli investimenti in quel settore". A favore della truce ipotesi di catastrofe dolosa ma controllata, vedo il fatto che sempre più spesso si introduce nell'argomento "tappare la falla" la figura della bomba atomica e degli "esperti nucleari" come ultima ratio di salvezza contro le vacanze forzate sul Mar Nero che si prospettano all'intera Umanità. I "russi" sostengono di avere già beneficiato del toccasana atomo-bombarolo in circostanze analoghe. Anche questa è buffa... I russi avrebbero avuto immani emoraggie di fluidi terrestri e nessuno ne avrebbe mai saputo nulla? Avrebbero fatto esplodere bombe atomiche senza che i sensibili orecchi della CIA li additassero al mondo? E lo avrebbero fatto nientepopodimeno che nel 1966, in piena Guerra Fredda? E gli imperialisti americani dell'epoca si sarebbero lasciati sfuggire l'occasione di denunciare la pericolosità dei nemici comunisti non solo per i bambini, di cui questi notoriamente si nutrivano, ma per l'intero ecosistema terrestre? Ma va' là! Ci sono grossi affari in vista sul nucleare, basta che la gente abbia più paura del petrolio, e la catastrofe stessa a sua volta si può convertire in un vortice di buoni affari per gli oclocrati di ogni tipo... La fermeranno, la perdita, non appena ritengano di averci impressionato abbastanza sui rischi del petrolio!!! Sennò arrivederci, compriamoci un nuovo costumino adatto ai tempi e riflettiamo che in fondo un mondo di merda nera è proprio quello che la maggior parte di noi, se non tutti, ci meritiamo. Perche non dimenticate che questa parolina strana, "oclocrazia", significa precisamente "governo dei peggiori", di quelli che vedono e fanno la politica come sporca, di quelli insomma che andate ogni tanto a votare nella logica dei partiti. Partiti per destinazione Mar Nero.
Umberto Sartori Wednesday, May 19, 2010

Una chicca trovata su "America Oggi" quotidiano italiano in America: "Nel frattempo l'amministratore delegato della BP, Tony Hayward, intervistato a Londra da Sky News, ha minimizzato i rischi di conseguenze ambientali gravi. "Penso che l'impatto ambientale di questo disastro sarà molto, molto modesto - ha detto -. Impossibile dirlo ora, organizzeremo una valutazione dettagliata. Ma tutto ciò che possiamo vedere in questo momento sembra suggerire che l'impatto totale sull'ambiente sarà molto, molto modesto". Siete ancora così tanto sicuri che a far carriera, nello stato come nelle Compagnie, debbano essere i peggiori? A proposito, avete notato che da quando le notizie sono un poco più rassicuranti (siringone e top kill) non fanno più cassetta in TV? Cercando notizie nei telegiornali ho trovato invece raddoppiate le solite facce, che appaiono rassicuranti rispetto all'incubo nero...

VeneziaLog

Sul comportamento del Cittadino repubblicano ai Seggi Elettorali per la verbalizzazione di una protesta

Umberto Sartori 0

Sul comportamento del Cittadino repubblicano ai Seggi Elettorali per la verbalizzazione di una protesta.

Una vecchia canzone di mestiere, ritrovata da Luigi “Gigio” Zanon.

Umberto Sartori 0

LA CANZONE DEL FABBRO FERRAIO …”Curva la fronte – le braccia nude, desto coi primi – raggi del…

Voragine in Fondamenta Parisi

elbaso 0

Voragine di oltre quattro metri in Fondamenta Parisi , a piazzale Roma , all’altezza della cosiddetta…

Il raddoppio dell’hotel Santa Chiara

elbaso 0

Mi ricordo quando arrivavo con l’autobus in Piazzale Roma la prima cosa che vedevo era il Canal Grande…

Stuccature in Fondamenta della Misericordia

Umberto Sartori 0

Reportage di Andrea Baso

Stuccature al Ponte di Rialto

Umberto Sartori 0

Reportage di Andrea Baso

Sant’Andrea de la Zirada, Luglio 2012

Umberto Sartori 0

All’esterno questa chiesa si mostra ben conservata, rispetto a molte altre in Venezia, ma all’interno…

Aggiornamento sui danni da erosione idraulica agli edifici di Venezia

Umberto Sartori 0

Rio di San Polo, Sant’Agostin e San Stin, Luglio 2012 Il rio di San Polo è chiuso per minaccia di…

E quando Venezia sarà completamente sgretolata ?

elbaso 0

E poi quando Venezia si sarà completamente sgretolata a causa dei fumi delle navi ? Stop alle navi in…

Vogliono dare la colpa dei crolli al terremoto

elbaso 0

http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=200269&sez=NORDEST#IDX Il terremoto non ha fatto altro che evidenziare…