San Polo

Il sestiere di San Polo prende il nome dall’omonima chiesa che si trova nei limiti dei suoi confini. Inizialmente il nome dell'area, che comprendeva l‘attuale San Polo e Santa Croce era noto come Luprio. Questo è il sestiere più piccolo di Venezia. La vicinanza al mercato di Rialto ha reso San Polo una zona ricca già dai primi anni del XI secolo.

Questa area ha mantenuto la sua caratteristica di zona vivace e commerciale. Non troppo distante infatti, nella vicina Dorsoduro, troverai l’universita’ Ca Foscari che rende anche la zona di San Polo molto vivace e  giovanile. Oggigiorno uno dei campi più amato dai giovani e` Campo Erbaria per la notevole presenza di locali. In generale nei vari campi del sestiere potrai vedere molti giovani passeggiare allegramente in cerca di bacari o ristorantini convenienti.  Infatti la zona di San Polo e` nota per le piccole attività gestite dai residenti: botteghe artistiche, negozi di souvenir, ristorantini e bacari. Ma San Polo non e` solo questo. 

Il sestiere più piccolo di Venezia ha grandi campi molto vivaci, come San Silvestro e San Tomà. Un altro campo di notevole rilevanza e` Campo San Polo, il secondo campo o spiazzo più grande, dopo San Marco. 

L'area ospita anche l’antico mercato di Rialto, polo di “intrattenimento commerciale” da secoli ormai. 

San Polo e` anche cultura. Nel sestiere troverai chiese come la Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari, la Chiesa di San Giacomo di Rialto e la Chiesa di San Polo.

Il sestiere ospita anche La Grande Scuola di San Rocco, conosciuta al mondo come “la Cappella Sistina di Venezia”,  tappa imperdibile per qualsiasi turista che visita Venezia. La Scuola di San Rocco e` una confraternita laica che raccoglie opere fondamentali del Tintoretto.

Se visiti Venezia cerca di goderti appieno la vivacità culturale che San Polo riuscirà ad offrirti, non ne rimarrai deluso.