La Collezione Peggy Guggenheim

Il settecentesco Palazzo Venier dei Leoni doveva essere un palazzo a quattro piani, ma il progetto originario non fu mai completato. Il palazzo doveva essere un omaggio ad Andrea Palladio ed Baldassarre Loghena, i due architetti che hanno reso grande Venezia. Per questioni finanziarie non fu mai completato. Da qui il suo soprannome, Il Palazzo Non Finito. Nel 1949 l'edificio fu acquistato come abitazione dalla milionaria americana Peggy Guggenheim. Era una donna vivace e una collezionista, mercante e mecenate delle arti. Fece amicizia e promosse la carriera di molti artisti innovativi, uno dei quali, Max Ernst, che divenne poi il suo secondo marito. A Venezia era una persona molto amata.

La collezione Peggy Guggenheim è composta da 200 dipinti e sculture, che vanta quasi tutti i movimenti dell'arte moderna. La sala da pranzo ha notevoli opere d'arte cubiste, tra cui Pablo Picasso. Un'intera stanza è dedicata a Jackson Pollock, che fu scoperto e promosso  dai Guggenheim. Altri artisti rappresentati sono Mirò, de Chirico, Magritte, Kandinsky, Mondrian , Duchamp, Chagall, Dali’ e Malevich. Le sculture sono disposte sia nella casa che nel giardino. Una delle opere più eleganti è la Maiastra di Constantin Brancusi. 

Il Guggenheim è uno dei luoghi più visitati della città e dei musei più famosi d’Italia. Le stanze luminose e le tele moderne contrastano con i dipinti rinascimentali del palazzo, tanto amato dai turisti. Durante la sua vita Peggy Guggenheim ha tenuto open house diversi giorni alla settimana per consentire agli amanti dell'arte di ammirare la collezione. Ha anche ospitato eventi regolari che spesso sfociavano in feste sfrenate. Oggi il museo è anche meta mensile di studenti delle scuole Veneziane che si introducono all’arte. Il museo ha un ristorante, una caffetteria e un negozio di souvenir.

Vi consigliamo di acquistare i biglietti online e di ritagliarvi un po' di tempo per visitare i musei di Venezia.