Tasso di adescamento toro era solito eseguita in campo San Polo, in modo simile agli eventi a Pamplona, in Spagna. È un dato di fatto, i tori che sono stati lasciati a correre libero a Venezia non sono stati i giovani, forti come tori a Pamplona, ma erano, sugli animali contrario, vecchio e stanco. Liberi o legati con funi sulle loro corna, i poveri animali, dopo aver subito maltrattamenti e tormento dall'uomo, (che erano più bestie che i tori), sono stati infine torturati dai cani e poi macellati.

Una forma meno "festivo" di adescamento toro in questione il toro e dodici maiali che erano il prelievo annuale del Patriarca di Aquileia al Doge. Dopo aver aumentato in rivolta contro la Serenissima con dodici feudatari per il controllo delle saline di Grado, il Patriarca ed i suoi vassalli sono stati "puniti" ogni anno da essere allegoricamente rappresentato dagli animali sfortunati. Ammassati in Piazza San Marco, sono stati formalmente condannati a morte e poi sbranato dai cani. La carne veniva poi distribuito ai nobili della Repubblica.