Quando visitare Venezia e cosa portare

Quando visitare Venezia e cosa portare

Venezia ha molto da offrire: i Sei sestieri storici e le 118 isole. Scegliere quando visitare la città` e` cruciale se vuoi approfittare di questa grande varietà`attrattiva. La maggior parte delle persone visita l'Italia tra giugno ed agosto, sfruttando la “bella stagione” italiana. Tuttavia, il periodo migliore per visitarla è la primavera, tra aprile e maggio quando non fa caldo e ci sono pochi turisti. Anche da settembre ad ottobre, sfruttando gli stralci dell’estate, potrai godere della bellezza di Venezia. 

La maggior parte dei turisti stranieri visita l'Italia tra giugno e agosto anche per approfittare del mare. Il mare è abbastanza caldo se vorrai fare il bagno, specie fra luglio ed agosto. Una scelta non troppo distante da Venezia e` sicuramente il Lido di Jesolo.

La maggioranza degli italiani  invece va in vacanza ad agosto, questo non ti arrechera alcun danno se vorrai visitare  Venezia.  I Veneziani che lavorano nel turismo non vanno in vacanza, essendo agosto il pieno dell’alta stagione turistica . Agosto in Italia e` un mese di intensa calura e ci sono tantissimi turisti che visitano Venezia. Tienilo a mente.

Se invece preferisci visitare la città lagunare nel suo aspetto più crepuscolare e suggestivo, visita Venezia a novembre. Il mese di novembre e` la stagione di nebbie ed acqua alta, con pochissimi turisti intenti a visitare la città`. L'acqua alta puo` essere un  problema, ma non sconfortarti troppo,  dura al massimo due ore ed il Comune di Venezia si attrezza con passerelle rialzate e deviazione dei vaporetti. Tienilo a mente pero`.

Se vorrai visitare Venezia durante il periodo natalizio invece, vivrai un'esperienza intensa ed unica, la città` addobbata a festa e` indimenticabile.

Cerca di visitare Venezia quando sono previsti uno degli eventi annuali come il Carnevale o la Biennale. Respirerai un atmosfera fibrillante.

 

Cosa portare

Per facilitare il viaggio, è meglio limitare il bagaglio e portare con sé lo stretto necessario. A meno che tu non abbia messo in conto un taxi acquatico ed il servizio di facchinaggio, meglio non viaggiare con bagagli pesanti ed ingombranti.

A Venezia non essendoci strade percorribili da automobili, il trasporto dei bagagli viene gestito o dal turista stesso o da un facchino. I servizi di facchinaggio possono essere percepiti come costosi. Se non vuoi spendere soldi in facchini, limita il bagaglio. Limitare il bagaglio nel peso e nell’ingombro può essere vantaggioso se non viaggi con un taxi acquatico privato. Tienilo a mente se hai prenotato lontano da Piazzale Roma e devi per forza utilizzare un vaporetto.